0%

Un videogioco per scoprire i musei

Redazione SMA

Il fondatore dell'Orto Botanico Ulisse Aldrovandi è fra i protagonisti di "WunderBO", il videogioco lanciato SMA: Sistema Museale di Ateneo - Unibo in collaborazione con Comune di Bologna Rete Civica Iperbole per promuovere le collezioni di Palazzo Poggi e del Museo Civico Medievale. Il gioco è disponibile su AppStore e PlayStore e i primi 100 che riusciranno a completarlo verranno omaggiati con la Card Musei Bologna! Buon divertimento!

Il Comune di Bologna ha inteso valorizzare la città in modo innovativo, partendo da spunti narrativi proposti dal Museo Civico Medievale e dal Museo di Palazzo Poggi. Questi musei conservano i reperti delle straordinarie collezioni di tre personaggi chiave della storia di Bologna: il naturalista Ulisse Aldrovandi (1522-1605), il collezionista di meraviglie Ferdinando Cospi (1606 – 1686) e il fondatore dell'Istituto delle Scienze Luigi Ferdinando Marsili (1658-1730).

È nato così WunderBo,il videogioco che porta alla scoperta delle meravigliose raccolte del Museo Civico Medievale e del Museo di Palazzo Poggi.

Superando prove di abilità, i giocatori potranno raccogliere in una “camera delle meraviglie” gli oggetti più curiosi e affascinanti dei Musei, arrivando a scoprire la loro storia e la vita dei grandi personaggi che li avevano collezionati diversi secoli prima.

WunderBo può essere giocato anche a distanza, per poi essere concluso nei musei con la scoperta “dal vivo” delle opere protagoniste del gioco.

I primi 100 giocatori che termineranno con successo il gioco, compreso lo sblocco dei reperti all’interno dei musei, si aggiudicheranno in premio la Card Musei Metropolitani Bologna che dà diritto per un anno ad ingressi gratuiti o ridotti a musei, mostre, teatri, cinema e festival. 


condividi:

RICOMPENSE

UN PATRIMONIO DI BOLOGNA DA SALVARE INSIEME!

Aiutaci a costruire un futuro più verde con la tua donazione.
Da ogni euro donato nascerà qualcosa di nuovo.
E ricorda, le tue donazioni in denaro per l'Università di Bologna sono interamente deducibili se sei un privato.